Rame e società

Salute

Il rame per la salute e la nutrizione

Il rame è presente in natura e disponibile in varie forme e concentrazioni nella crosta terrestre, negli oceani, nei laghi e nei fiumi. La vita umana, come quella degli animali e delle piante, si è sviluppata assieme a questo metallo presente in natura e, pertanto, la maggior parte degli organismi possiede meccanismi interni atti ad utilizzarlo.
Gli esseri umani e gli animali assimilano il rame da numerose fonti. Trattandosi di un elemento naturale, il rame è contenuto in gran parte degli alimenti che mangiamo e dell'acqua che beviamo. L'apparato digerente del corpo assimila la quantità di rame necessaria per godere di una buona salute attraverso un efficiente sistema di assorbimento, l'omeostasi. Il rame assunto in quantità superiore al necessario viene espulso.

Il ruolo del rame per lo sviluppo e la crescita

Il rame è indispensabile per un buono stato di salute: estremamente utile per lo sviluppo dei bambini, per la robustezza delle ossa, la formazione dei globuli rossi e bianchi, il trasporto del ferro, il metabolismo del colesterolo e del glucosio, la contrazione dei muscoli del cuore e lo sviluppo del cervello. Il rame è importantissimo per le donne in gravidanza, lo sviluppo del feto e la crescita dei neonati. Una dose giornaliera tipica raccomandata è di 1,2 mg per gli adulti e 0,5–1 mg per i bambini. 

Secondo l'OMS, è la carenza di rame che può provocare problemi di salute come anemia, problemi cardiaci e circolatori, anomalie nello sviluppo osseo nonché complicazioni nel funzionamento dei sistemi nervosi ed immunitari, polmoni, tiroide, pancreas e reni.

Il rame antibatterico contro i batteri patogeni

Circa quattro milioni di persone contraggono ogni anno nell'UE un'infezione nosocomiale, che porta a circa 37.000 decessi. Studi recenti condotti in laboratorio e in ambiente ospedaliero hanno mostrato che il rame ha proprietà antibatteriche e riduce in continuazione i microbi responsabili di infezioni e il rischio di contrarre un'infezione stessa. Recenti clinical trial hanno mostrato che l'applicazione del rame e delle sue leghe nelle camere di terapia intensiva ha ridotto del 58% il rischio di contrarre un'infezione nosocomiale.

Il rame materiale amico della salute

1 mg di rame al giorno toglie il medico di torno!

Secondo le linee guida dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, un adulto ha bisogno di 1,2 mg al giorno di rame nella sua dieta. Fortunatamente, possiamo assumere rame da differenti fonti: cioccolato fondente, lenticchie, noci, fegato, frutti di mare...