Il rame

Il rame è un metallo di colore rosso, simbolo Cu e numero atomico 29, con struttura reticolare cubica a facce centrate. Appartiene agli elementi di transizione della tavola periodica, nella stessa colonna di argento e oro, con cui ha molte affinità chimico-fisiche.
Possiede gli stati di ossidazione +1 e +2 (rispettivamente sali rameosi e rameici). Esistono anche gli ioni cuprati, in cui il rame raggiunge gli stati di ossidazione +3 e +4; sono sali molto rari, ustai nei magneti superconduttori (YBa2Cu3O7) o sali complessi (Cs2CuF6).
E’ l’unico, tra i metalli puri di uso industriale, ad avere un potenziale elettrochimico positivo: questo gli consente di non sciogliersi negli acidi, a meno che non siano fortemente ossidanti, come HNO3 e H2SO4
 
I prodotti della corrosione del rame sono spesso protettivi: per esposizione all’aria il rame sviluppa uno strato protettivo chiamato patina, la cui composizione varia al variare dei luoghi e della condizioni atmosferiche. La patina verde che ricopre i tetti in rame è un sale di stechiometria variabile, che protegge il metallo rendendolo praticamente “eterno”. 

Coppia elettrochimica 

Potenziale standard E0 (in V a 25°C) 

Au3+/Au  1,50 
Pd2+/Pd  0,987 
Hg2+/Hg  0,854 
Ag+/Ag 0,800 
Cu+/Cu 0,521 
Cu2+/Cu 0,337 
 2H+/H2 0,000 
Pb2+/Pb -0,126
Sn2+/Sn -0,136
Ti+/Ti -0,336
Fe2+/Fe -0,440
Cr3+/Cr -0,774
Zn2+/Zn -0,763
Al3+/Al -1,66
Mg2+/Mg -2,37

 

copper Cu periodic table element icon
Questo sito ospita cookie di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, clicca qui. Proseguendo nella navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Acconsento