Il rame

Dove si trova

Quanto rame c'è?

Il rame è un elemento naturale, presente nella crosta terrestre, nei laghi, oceani e fiumi. La maggior parte delle miniere opera con minerali contenenti lo 0,2-0,8%.

Secondo lo US Geological Survey, dal 1950 i rapporti hanno regolarmente indicato che erano disponibili in media 40 anni di riserve di rame e 200 anni di risorse disponibili. Per riserve si intendono i depositi che sono stati già scoperti, determinati e valutati come economicamente redditizi.  Per risorse si intendono le riserve, i depositi scoperti e potenzialmente redditizi e più i depositi non scoperti ma previsti da analisi geologiche preliminari. Secondo gli ultimi dati (USGS, 2014) le riserve conosciute di rame si aggirano intorno a 690 milioni di tonnellate, mentre le risorse sono stimate intorno alle 3.100 milioni di tonnellate, che non includono però i vasti depositi sui fondali oceanici sotto forma di noduli manganesiferi o solfuri.

Le attuali e future esplorazioni accresceranno sia le riserve che le risorse, ma non dobbiamo dimenticare che una parte del rame verrà “estratta” da quello già in uso oggi: infatti nell’UE-27 il 41% del fabbisogno del metallo rosso proviene dal riciclo.

In Europa, le maggiori miniere sono in Polonia e Russia; altre si trovano in Bulgaria, Portogallo, Svezia, Finlandia e Spagna. La produzione mineraria complessiva dell’UE nel 2011 era di 855.316 tonnellate (fonte: BGS), più del 5% di quella mondiale.

Rocce e terreni

Il rame è naturalmente presente nell’ambiente sotto varie forme e concentrazioni. 
Minerali con alto tenore di rame esistono in tutti i continenti, spesso sotto forma do solfuri e più raramente come ossidi, carbonati, silicati o addirittura anche come rame nativo.
Molto più comunemente, tracce possono essere trovate in quasi tutte le pietre o suoli; la concentrazione media varia dalle 2 parti per milione (ppm) dei terreni, ai 4 nelle argille; dai 15 dei graniti, fino ai 70 delle argilliti nere e addirittura i 90 dei basalti.

Il rame viene rilasciato dalle rocce durante il naturale corso degli elementi, venendo poi trasportato ai suoli, ai laghi, fiumi e oceani.

L'Europa leader del riciclo

Il riciclo gioca un ruolo importante nella disponibilità del rame: il rame primario di oggi diventerà quello secondario di domani. Negli corso degli ultimi 10 anni, circa il 41% del rame usato in Europa è derivato dal riciclo.

La produzione mineraria è vitale per il nostro futuro

La produzione mineraria rimane vitale per soddisfare la domanda globale di rame raffinato, aumentata dai 5 milioni degli anni ‘60 alle 20 milioni di tonnellate di oggi. Garantire rame a sufficienza per soddisfare le esigenze della società futura richiederà livelli elevati di recupero e riciclo, nonché sostanziali investimenti nel settore minerario..  

Disponibilità a lungo termine

Si stima che 2/3 delle 550 milioni di tonnellate di rame estratte dal 1900 ad oggi siano ancora in uso, secondo il modello di stoccaggio e produzione sviluppato dal Fraunhofer Institute (Glöser, 2013).
Questo sito ospita cookie di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, clicca qui. Proseguendo nella navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Acconsento