il rame e la casa 2016

Il rame e la casa 2016

La 6a edizione del concorso internazionale “Il Rame e la Casa”, ha visto la partecipazione di oltre 300 progetti in gara, provenienti anche da nazioni come Russia e Giappone; la Giuria del Concorso, composta da Philippe Bestenheider, designer; Diego Grandi, architetto e designer; Marco Romanelli, architetto e critico del design ha adottato come paramentro fondamentale per la scelta dei vincitori la sperimentazione di nuovi utilizzi per un materiale antico ma modernissimo al tempo stesso.

La novità di questa edizione è rappresentata dall'introduzione di una speciale sezione del concorso, che ha valorizzato la creatività Italiana, chiamando a raccolta sette tra i più interessanti designer e studi di design italiani, che hanno realizzato prodotti che si accordassero al tema del concorso e utilizzassero a loro volta il rame e le sue leghe.

Il primo premio è stato assegnato a Fabrizio Bendazzoli, con il progetto "CuToys".

Categoria architetti e designer

1° classificato:

Designer: Fabrizio Bendazzoli (Italia)
Progetto: “CuToys”

Motivazione: La giuria sceglie all’unanimità CuToys, progetto particolarmente apprezzabile per la scelta di una tipologia scarsamente frequentata nel mondo del design quale il giocattolo per la prima infanzia. Il progetto, citando le proprietà antibatteriche del rame, trasforma, grazie all’applicazione di lastre tagliate a laser alla classica sagoma di automobile, barchette o aeroplanini in legno, un giocattolo in un oggetto da conservare e collezionare, una volta terminato il suo uso specifico.

Fabrizio Bendazzoli -CuToys (4)


Fabrizio Bendazzoli -CuToys (1)

2° classificato:

Designer: Sofie Christina di Bartolomeo e Maria Chiara Polverini (Italia)
Progetto: “Ramen”

Motivazione: La trasformazione delle bacchette da cibo, ottenuta inserendo puntali in rame, in un oggetto prezioso, quasi un gioiello, non solo nobilita uno strumento usato quotidianamente in milioni di pezzi, ma invita alla conservazione dello stesso, di norma gettato dopo ogni utilizzo con gravi ripercussioni ambientali.

Polverini e Di Bartolomeo -Ramen  (2)


Menzioni d’onore:

Designer: Prisca Renoux (Francia)
Progetto: “Heatit”

Motivazione: Elemento riscaldante, da collegare alla rete elettrica, ma di facile movimentazione e, grazie alla citazione di un’estetica di matrice scandinava, dall’alto contenuto decorativo.

Prisca Renoux - Heatit (2)
Designer: Mauro Bergamaschi e Matteo Briccola (Italia)
Progetto: “Spaghetto”

Motivazione: Un sottopentola disegnato contemporaneamente con la semplicità degli oggetti anonimi e l’eleganza di certi strumenti musicali.

 M. Bergamaschi e M.Briccola - Spaghetto (2)

Categoria Studenti:

1° classificato:

Studenti: Cyprien de Hautecloque e Laura Thulièvre (Francia)
Progetto: “Sentoba”

Motivazione: La giuria ha scelto all’unanimità il progetto “Sentoba”, un programma di giochi didattici che, citando le proprietà antibatteriche del rame, si preoccupa di sviluppare le capacità cognitive di bambini in età pre-scolare. Particolarmente interessante il progetto relativo allo sviluppo del senso del tatto con la proposta di speciali “piastrelle” in rame fornite di texture differenziate che il bambino percepirà camminando a piedi nudi.
De Hauteclocque e Thulievre - Sentoba (1)

De Hauteclocque e Thulievre - Sentoba (2)

Menzioni d'onore:

Studente: Eve Garandeau (Francia)
Progetto: “Memori”


Motivazione
: Per l’invenzione di un inedito “altarino” della memoria, composto da una struttura sculturale in rame, cui fissare pensieri e ricordi relativi ad una persona defunta.

Eve Garandeau - Memory (3)

Studente: Lina Venström Rex (Svezia/Italia)
Progetto: “Miseria e Nobiltà”

Motivazione
: Per l’ironia con cui si citano le sagome di contenitori da liquidi o alimenti, comuni nella quotidianità domestica e quindi destinati ad essere gettati, utilizzandole per realizzare oggetti duraturi e iconici.

Lina Venstrom Rex - Miseria-e-Nobiltà (5)

Targa speciale alla scuola:

École Nationale Supérieure des Arts Appliqués et des Métiers d’Art (ENSAAMA) di Parigi

Motivazione: La giuria assegna la targa all’istituto ENSAAMA per la qualità degli elaborati presentati in modo unico e professionale da parte degli studenti, che hanno colto con successo i valori che caratterizzano il concorso.

Tutte le immagini dei progetti:
Fabrizio Bendazzoli -CuToys (1) Fabrizio Bendazzoli -CuToys (4) Fabrizio Bendazzoli -CuToys (2) Fabrizio Bendazzoli -CuToys (3) Polverini e Di Bartolomeo -Ramen  (1) Polverini e Di Bartolomeo -Ramen  (2) M. Bergamaschi e M.Briccola - Spaghetto (1) M. Bergamaschi e M.Briccola - Spaghetto (2) Prisca Renoux - Heatit (1) Prisca Renoux - Heatit (2) De Hauteclocque e Thulievre - Sentoba (3) De Hauteclocque e Thulievre - Sentoba (2) De Hauteclocque e Thulievre - Sentoba (1) De Hauteclocque e Thulievre - Sentoba (4) Lina Venstrom Rex - Miseria-e-Nobiltà (1) Lina Venstrom Rex - Miseria-e-Nobiltà (4) Lina Venstrom Rex - Miseria-e-Nobiltà (5) Lina Venstrom Rex - Miseria-e-Nobiltà (6) Lina Venstrom Rex - Miseria-e-Nobiltà (7) Lina Venstrom Rex - Miseria-e-Nobiltà (3) Eve Garandeau - Memory (1) Eve Garandeau - Memory (3) Lina Venstrom Rex - Miseria-e-Nobiltà (2) Eve Garandeau - Memory (2)

2016: i designer fuori concorso

Il rame e la casa 2014

Il rame e la casa 2012

Prohibition kit, Francesco Morackini

Il rame e la casa 2010

Il rame e la casa 2008

Verderame, Odoardo Fioravanti

Il rame e la casa 2007

Zzz, di Francesca Cuicchio
Questo sito ospita cookie di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, clicca qui. Proseguendo nella navigazione, acconsenti all’uso dei cookie. Acconsento